/Bonus Mobili
Bonus Mobili 2019-04-08T14:10:19+00:00

Agevolazione fiscale Bonus Mobili 2019 per ristrutturare ed arredare la tua casa

Vista di un salone con poltroncina nera e divano con cuscini ricamati

 

Il Bonus Mobili 2019 è un’agevolazione fiscale, confermata anche nel 2019, che consente a coloro che effettuano una ristrutturazione dell’immobile dal 2018 in poi, di potersi detrarre dalle tasse sia le spese per effettuare i lavori edili sia quelle sostenute per acquistare gli arredi, i mobili e gli elettrodomestici.

 

Vuoi ristrutturare la tua casa usufruendo di agevolazioni fiscali che coprono fino al 85% dell’investimento? Contattaci!

 

Bonus Mobili 2019: detrazione del 50%

 

Vista di una cucina ad angolo dai colori sabbia e legnoI requisiti per ottenere la detrazione pari al 50% sono i seguenti:

 

  • Essere in possesso della ricevuta relativa alla spesa di un mobile o di un elettrodomestico

 

  • Avere eseguito la ristrutturazione del proprio immobile nel 2018 (bonus ristrutturazione)

 

  • Aver acquistato arredi o elettrodomestici tramite bonifico parlante, postale, bancario, carta di debito, carta di credito
    Per dichiarare la spesa relativa al Bonus Mobili bisogna essere in possesso della seguente documentazione:

 

  • Codice fiscale di chi ha sostenuto la spesa

 

  • Partita Iva del venditore

 

  • Data in cui si è effettuata la spesa

 

  • Fattura relativa alla spesa

 

Spese incluse nel Bonus Mobili e Spese escluse

Il Bonus Mobili include le spese sostenute per mobili, piccoli e grandi elettrodomestici (non inferiori alla classe energetica A+), arredi per la casa, arredi condominiali, forni inferiori alla classe energetica A+.

Le spese sostenute per porte, portoni, pavimenti e tende sono escluse dal Bonus Mobili.

 

Come fare per ottenere il Bonus Mobili 2019?

 

Per ottenere il Bonus Mobili e fruire della detrazione, occorre dividere in 10 quote di pari importo, la detrazione totale spettante. Ciò vuol dire che il contribuente beneficiario del Bonus Mobili, ha diritto a sottrarre una quota ogni anno dall’Irpef tramite 730. Ogni quota va dichiarata ogni anno nella dichiarazione dei redditi a cominciare da quella successiva all’anno in cui si sono sostenute le spese.

Le spese del Bonus Mobili possono essere pagate tramite bonifico parlante, bonifico bancario o postale ordinario, carte di credito o di debito. Non è consentito effettuare il pagamento mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

 

Con tali novità inserite nel testo della nuova Manovra, i contribuenti possono fruire di una detrazione bonus casa 2019 graduale che va da un minimo del 50% ad un massimo dell’85% a seconda del rendimento energetico o sismico.

 

Devi ristrutturare casa?

Calcola il tuo preventivo gratuitamente