Pavimenti, come scegliere il giusto tipo per la tua casa

//Pavimenti, come scegliere il giusto tipo per la tua casa

Pavimenti, come scegliere il giusto tipo per la tua casa

By | 2018-02-02T13:15:09+00:00 novembre 7th, 2017|Ristrutturare|Commenti disabilitati su Pavimenti, come scegliere il giusto tipo per la tua casa

Pavimenti, come scegliere?

I pavimenti sono il pensiero che ci viene in mente per primo quando decidiamo di ristrutturare un appartamento o un’immobile di nostra proprietà. Ma tra quanti tipi di pavimenti possiamo scegliere, quali sono le loro caratteristiche principali e quali sono i più adatti alle nostre esigenze? In questo articolo cercheremo di rispondere a queste domande, cercando di andare nello specifico senza usare tecnicismi. Iniziamo subito.

Pavimenti: tra quanti tipi possiamo scegliere?

 

 

pavimenti come scegliereI tipi di pavimenti tra cui si può scegliere per la propria casa sono vari ma non tantissimi. Tantissimi invece sono gli effetti che questi materiali che compongono i pavimenti possono dare. I materiali che compongono i pavimenti, oggi, sono principalmente questi:

  • Legno
  • Pietra
  • Grés
  • PVC
  • Resina

Tutti questi materiali formano un tipo di pavimento diverso, ognuno con proprie peculiarità, pro e contro. Vediamole nel dettaglio.

Pavimenti in legno

Il legno è un ottimo materiale utilizzato nell’edilizia da sempre sia per gli infissi, sia per i pavimenti. Questo per le sue caratteristiche termiche e acustiche che ne fanno un materiale veramente duttile. Il rovescio della medaglia è che il suo uso deve essere previsto in determinati ambienti e ci vuole molta manutenzione e cura. Quando parliamo di pavimentazione in legno non possiamo non riferirci al parquet. Il parquet è uno dei pavimenti più ricercati degli ultimi anni, grazie alla sua grande eleganza e comodità data dalle caratteristiche del legno, e può essere in massello, o in altra qualità di legno come l’acero, il faggio o il wengè. Inoltre un pavimento in legno può essere utilizzato insieme ad impianti di riscaldamento a pavimento grazie alla grande conducibilità termica. E’ bene tenere a mente che l’installazione di tali apparecchiature non sono semplici e che per far andare d’accordo questo materiale e questa tecnologia c’è bisogno di un lavoro accurato e fatto da veri professionisti. In caso contrario si potrebbero verificare fenomeni di deformazione del legno dovuti al calore.

Pavimenti in pietra

pavimenti legno parquetPer quanto riguarda le pavimentazioni in pietra, queste possono dare molto sotto quasi tutti i punti di vista ad una casa. Questo tipo di materiale naturale coniuga una buona conduzione termica ad una durata e resistenza al tempo che altri materiali non hanno. Sono facili da mettere in opera e si adattano a tutti gli ambienti, anche se per molto sono stati considerati principalmente materiali da esterni. Ci sono vari tipi di materiali in pietra, tutti loro con specifiche diverse. Tra i principali troviamo:

  • Il granito

Molto resistente all’usura e agli agenti chimici, ciò lo rende un materiale adatto sia agli interni che agli esterni. Il problema di questo materiale è la grande difficoltà nel lavorarlo, data la grandissima durezza che lo contraddistingue.

  • Il marmo

Sicuramente il tipo di pietra più conosciuto ed apprezzato, ha una bellezza unica e riesce a rendere un ambiente molto elegante. Il problema di questo materiale è la scivolosità, la poca resistenza ai graffi e il costo veramente elevato.

  • L’ardesia

Materiale che ha una buona facilità nella lavorazione, essendo poco poroso viene spesso utilizzato insieme ad altri tipi di pietre, come il marmo. Viene considerato tipicamente da esterno, ma nuovi processi di lavorazione stanno permettendo a questo materiale di riuscire ad inserirsi anche all’interno dei locali. Va soggetto ad invecchiamento, quindi necessità di molta manutenzione.

  • L’arenaria

pavimenti lucidi Un materiale molto duttile e facile da lavorare, usato soprattutto per esterni grazie alla sua natura sabbiosa che permette una tenuta antiscivolo e un gradevole colpo d’occhio. Con un processo di levigatura può essere usato anche per gli interni.

Pavimenti in grès

Il grès è un materiale particolare, molto usato oggi per la pavimentazione di abitazioni e locali, grazie alla possibilità di imitare con questo materiale gli effetti di altri tipi di pavimenti. Con il grès può essere ottenuto un effetto legno, marmo e tutti quelli che possono venire in mente. E’ uno dei materiali più resistenti in commercio grazie all’elevata temperatura di cottura, quasi 1300°C. Ne esistono di due tipi, il grès porcellanato e il grès rosso, e possono essere smaltati, non smaltati o levigati. Il grès porcellanato quando ha la superficie smaltata ha la caratterista di diventare impermeabile e quindi è uno dei tipi di pavimenti più apprezzati.

Pavimenti in PVC

Il PVC (Cloruro di polivinile), essendo un materiale completamente sintetico, permette di imitare alla perfezione qualsiasi altro tipo di materiale usato nell’edilizia per la pavimentazione. Il pavimento in PVC ha molti vantaggi, legati all’isolamento acustico, alla facilità di posa e alla possibilità di essere applicato direttamente sopra i pavimenti preesistenti. Inoltre è anche molto comodo da manutenere in quanto non avendo fughe non intrappola polvere e altri materiali. Ovviamente la riproduzione di materiali con il PVC non è mai al 100% verosimile e soprattutto il PVC non può essere applicato in ambienti esterni.

Pavimenti in resina

PavimentiI pavimenti in resina son l’ideale se si da un occhio specifico al design e all’originalità. Infatti una volta applicato, un pavimento in resina non è replicabile, grazie alle sue proprietà. Vantaggi di scegliere un pavimento in resina sono molteplici. In primis l’assenza di fughe e quindi la facilità nel pulire questa superficie evitando l’accumulo di polvere, in secondo luogo la resistenza che possiede questo materiale e la lunga vita di un pavimento in resina. Inoltre questo tipo di pavimento può essere vantaggioso se si opta per un tipo di impianto di riscaldamento radiante a pavimento, data lo spessore minimo e l’alta conducibilità e resistenza termica. Gli svantaggi di un pavimento in resina sono innanzitutto la poca resistenza ai raggi UV, che ne provoca l’ingiallimento precoce e quindi non risulta di facile manutenzione. Inoltre il pavimento in resina anche se duraturo, non è indistruttibile, come ogni cosa va incontro ad invecchiamento, ma questo è comunque un problema secondario.

Come scegliere i pavimenti

Ora che abbiamo analizzato quali siano i tipi, i materiali, le loro caratteristiche principali con annessi vantaggi e svantaggi, possiamo decidere come scegliere i pavimenti più indicati alle nostre esigenze ponendoci semplici domande:

  • Qual’è il mio budget?
  • Vivo da solo? In coppia?
  • Ho figli o animali domestici?
  • Qual’è il mio stile di vita?

Una volta risposto a queste domande e con le informazioni che hai ricevuto su tutti i tipi di pavimenti, riuscirai sicuramente a scegliere quello più adatto a te.

About the Author: