Oggi concentreremo la nostra attenzione sull’arredamento delle cucine a vista. Se tanti anni fa, la cucina era rilegata in una stanza separata dalle altre (come quella del soggiorno), considerata un luogo sacro nel quale rintanarsi per preparare ottime e squisite pietanze, oggi non è più così.

Sempre di più, viene proposta la soluzione dell’open space, di un ambiente unico che va ad unire la zona living, quella del soggiorno, con la cucina. In questo modo, la stessa non è più rilegata in un singolo ambiente a se stante, ma è appunto a vista.

Realizzare una cucina a vista, che sappia fondersi con l’intero arredamento, non è una missione semplice. Cercheremo di guidarti in questa impresa fornendoti una serie di soluzioni, che potrai adattare con intelligenza e originalità alla tua abitazione. Vediamo insieme da dove partire.

Cucina a vista: le soluzioni più adatte per la tua abitazione

Vista laterale di una cucina a vista bianca con dettagli in argento e celesteIl primo passo da cui partire, quando si decide di arredare una cucina a vista, è l’analisi dell’ambiente che la ospiterà. E per analisi non intendiamo semplicemente prendere le misure e via, no. Bisogna avere già ben in mente come collocare ogni singolo elemento, ogni singolo accessorio.

Scegliere le tonalità, i materiali, le particolarità, insomma, un’analisi completa a 360°. In base a tutte le informazioni raccolte, ti ritroverai di fronte ad una scelta (spesso condizionata dalla metratura a disposizione) tra:

  • cucina lineare;
  • cucina con isola;
  • cucina con penisola;
  • cucina a vista per piccoli spazi.

Cucina a vista lineare

Se ami la semplicità e l’essenzialità, la cucina lineare è la soluzione più giusta per te. Viene sviluppata su un’unica parete o su due contrapposte (chiamate appunto cucine doppie).

Il vantaggio della cucina lineare è la sua estrema funzionalità: avrai sempre tutto a portata di mano, tutto in perfetto ordine. Inoltre è una soluzione molto adottata quando si hanno piccoli spazi a disposizione. Una proposta di arredo tradizionale che offre un connubio di equilibrio, pulizia ed essenzialità.

Ovviamente, potrai personalizzarla con la scelta di accessori, elettrodomestici, donando un tocco di creatività e originalità alla stessa.

Cucina a vista con isola

Cucina a vista con isolaSe cerchi una soluzione più moderna, più giovanile, allora potresti orientarti sulla cucina con isola. L’elemento principale di tale tipologia di cucina è il collocamento di un’isola centrale operativa e attrezzata con:

  • fornelli e lavello annessi all’isola;
  • l’utilizzo dello spazio sottostante come ripiano contenitivo per gli attrezzi e gli elettrodomestici che sceglierai.

La cucina a vista con isola viene scelta quando si hanno grandi ambienti, nei quali è possibile appunto collocare tale arredo. Ricorda bene che l’isola diventerà il fulcro principale dell’intero ambiente, lì dove si concentra tutta l’attenzione.

Cucina a vista con penisola

Generalmente, quando si adotta una cucina con penisola, alla stessa viene riservato un angolo snack. Ma, ciò non esclude la possibilità di allegarvi anche fornelli e lavabo, trasformandola in un piano di lavoro ottimale ed efficace.

La penisola nasce appunto come prolungamento che sorge su un lato della cucina, dello stesso colore e materiale del piano oppure con sfumature diverse (proprio per dargli risalto).

Se ben organizzata e strutturata (anche in questo caso occorre avere ampi spazi a disposizione), è la soluzione ideale per gli open space.

Cucina a vista per piccoli spazi

La cucina a vista è la soluzione più adatta per tutti coloro che abitano in un monolocale. Separare l’ambiente della cucina con quello del soggiorno potrebbe comportare una perdita sia in termini di spazio che di design. Invece, adottando tale soluzione, non solo si recuperano centimetri importanti, ma si conferisce all’intero ambiente un tocco di stile e creatività. Basta soltanto un pizzico di pazienza, per collocare ogni oggetto al suo posto, e il risultato sarà garantito.

Leave a Reply