Oggi concentreremo la nostra attenzione su uno stile molto, ma molto particolare, uno tra i più in voga del momento. Stiamo parlando dello shabby chic. Tutti ne parlano, tutti lo vogliono, ma in realtà pochi sanno in cosa si differenzia dalle altre tipologie di design, ciò che appunto lo rende unico. Vediamo insieme da dove nasce e quali sono le peculiarità dello stile shabby chic.

Stile Shabby Chic: come nasce e quali sono le caratteristiche

Se il significato della parola chic è ben noto a tutti noi, la parola shabby viene utilizzata per indicare qualcosa di usurato, di antico, di invecchiato.

Si tratta di uno stile di interior design, in cui ogni elemento d’arredo (che siano mobili o accessori) si presenta come invecchiato. I dettagli usurati non vengono coperti o ristrutturati, anzi, vengono valorizzati ed evidenziati per esaltare al meglio l’anima di questo stile.

Tale design è nato in Gran Bretagna, dove le prime applicazioni si vedevano nelle grandi e storiche case di campagna. Elementi caratteristici? Semplice, le vecchie pitture, i grandi lampadari, i grossi divani posti al centro della zona soggiorno.

Il termine “Shabby chic” fu coniato per la prima volta dalla rivista “The World of Interiors” nel 1980, diffondendosi da lì in tutto il mondo, proprio per la sua particolarità e originalità. Vediamo ora come applicare tale stile nell’arredamento del proprio bagno.

Arredo Bagno: come applicare lo stile shabby chic

Vista di un bagno in stile shabby chic con mobiletto lilla e specchio con fantasia floreale Creare il proprio bagno in stile shabby chic è di certo una scelta originale e altamente personalizzata. Ti permetterà di creare un ambiente intimo, romantico, nel quale poter vivere attimi di puro relax e dedicarti alla cura e al benessere della tua persona. Vediamo insieme qualche linea guida su come arredare il bagno in stile shabby chic.

1. La selezione dei colori e delle tonalità

Per l’arredamento del proprio bagno, bisogna optare per un gradevole e ottimale abbinamento di colori molto tenui e chic. Nella maggior parte dei casi vengono consigliati il bianco e il grigio, utili ad assicurare una maggiore luminosità all’intero ambiente. Scegliere tinte soavi e rilassanti aiutano ad eliminare ogni sensazione di negatività.

2. Il segreto della vasca da bagno

Se vuoi fare un salto nel passato, se vuoi rivivere la magia dei vecchi arredamenti, beh, non può mancare la vasca da bagno, elemento differenziante e caratteristico dello shabby. Più saranno antiche e vintage, più il modello sarà classico e tradizionale (immagina quello coi piedini che poggia a terra), più il risultato sarà garantito.

Dopo una lunga giornata di lavoro, non resterà che immergerti nell’acqua calda e staccare dalla dura quotidianità, per ritagliarti del tempo da dedicare esclusivamente a te stesso.

3. La scelta dei sanitari

Ovviamente bisogna prestare molta attenzione alla scelta dei sanitari. Il primo passo è accettarsi dello spazio che si ha a disposizione: con le misure alla mano si possono realizzare dei progetti davvero molto carini. Per la scelta del lavabo, si può optare per i modelli in ceramica, perfetti per tale design.

Ricorda inoltre che i sanitari sospesi ben si allontanano dallo stile shabby, in quanto si avvicinano maggiormente allo stile moderno. Vengono quindi consigliati i sanitari a terra.

4. Gli elementi d’arredo che non possono mancare

Passiamo ora alla selezione del contenimento e dei complementi d’arredo.

Cassettone

Vista di un bagno in stile shabby chic con vasca in primo piano e mobile con doppio lavandino e doppio specchio.Per seguire alla lettera le caratteristiche dello shabby chic, non può mancare il cassettone. Uno di quelli antichi, che presentano dettagli usurati, nel quale conservare e riporre la biancheria pulita. Non conta la dimensione e/o la forma: che sia quadrato, rettangolare, circolare, l’importante è che ci sia.

Specchio

Ti ricordi quei meravigliosi specchi, che presentavano una cornice in legno con molteplici elementi decorativi? Ecco, quello è il modello che fa al caso tuo. Se riuscirai a procurarlo, avrai garantito quel quid in più al tuo arredamento.

Ceste in vimini

Invece dei moderni raccoglitori per la biancheria da lavare, potresti adoperare delle ceste in vimini, facilmente trovabili nei mercatini e nei grandi magazzini delle proprie città. Possono essere utilizzate anche come elemento puramente decorativo.

Accessori vintage

Dulcis in fundo, qualsiasi accessorio che sia vintage è ben accetto. Immagina un porta-spazzolino o un porta carta igienica in legno, con delle rifiniture naturali. Cerca inoltre di non eccedere: la semplicità e la naturalezza sono elementi caratterizzanti dello stile shabby chic.

Leave a Reply