Esiste luogo più intimo e familiare della propria cucina? Trascorriamo lì gran parte della nostra giornata. Basta pensare al tempo passato dietro ai fornelli, preparando gustose ricette per chi amiamo.

La cucina è il complice perfetto di mille segreti e perché no di tanti esperimenti che spesso (ammettiamolo!!) finiscono non troppo bene. Soprattutto per noi donne, è il luogo magico nel quale far convivere la nostra anima, la nostra identità. E quindi sin da quando siamo piccole, immaginiamo una cucina ampia, grande, che abbia tutti gli accessori di ultima generazione. Quando poi invece ci ritroviamo con misure strette e piccole, ci lasciamo scoraggiare, soprattutto in fase di arredamento.

Oggi ti aiuteremo a trasformare una cucina piccola e stretta in quella dei tuoi sogni: seguici e non te ne pentirai!

Come arredare una cucina piccola e stretta: i nostri consigli

Cucina piccola e stretta ad UArredare spazi piccoli può sembrare una missione ricca di insidie e difficoltà. In realtà è tutto molto più semplice di quello che sembra. Il trucco è quello di riuscire a conciliare l’estetica alla funzionalità, il design alla praticità.

Occorre quindi individuare gli elementi essenziali per tale ambiente. Un esempio? I piani d’appoggio, lo spazio per i commensali ma soprattutto la luminosità che deve essere garantita per l’intero ambiente. Hai mai provato a cucinare in uno spazio buio? Beh, il risultato di certo non sarà stato piacevole!

Prima di passare alla fase pratica, prendi un foglio e individua i punti di forza e di debolezza della tua cucina. In una seconda fase, seleziona tutti quegli elementi d’arredo che non possono mancare e tutti gli accessori di cui non puoi fare a meno. Ovviamente fai una scrematura intelligente, in modo tale da sapere quali sono tutti gli oggetti che devono necessariamente esserci. Ora passiamo ai consigli pratici!

1) Scegli la giusta tonalità

Come abbiamo detto, assicurare una corretta luminosità al proprio ambiente sarà la chiave vincente per un arredamento perfetto! Abbandona l’idea che una cucina piccola debba essere per forza anonima e senza personalità, anzi. Forse è proprio il contrario!

Gioca con i colori e con i contrasti tra le pareti e gli elementi d’arredo. Ad esempio, se decidi di utilizzare tonalità neutre per le prime, puoi sbizzarrirti sui mobili. La parete è bianca? Bene, gli elementi d’arredo saranno colorati. Un bel legno chiaro, un giallo e perché no un bel turchese!

Se invece hai deciso di utilizzare elementi d’arredo minimal, tinteggia le pareti con colori vivaci, tra cui il verde acido, il grigio, il turchese e il rosa!

Un’idea molto carina inoltre sarebbe quella di giocare sul contrasto di materiali utilizzati: se le pareti sono costituite da piastrelle in pietra, potresti abbinare un piano d’appoggio in legno. Ovviamente non strafare con i contrasti, ma cerca sempre di garantire uno stile chiaro, deciso ed elegante, ma soprattutto pulito. Altrimenti viverci sarà una vera e propria sfida!

2) Suddividi correttamente gli spazi

Ovviamente avendo misure ridotte, occorre utilizzare sapientemente tutti gli spazi, ogni singolo centimetro che abbiamo a nostra disposizione. Studiare le diverse soluzioni è il secondo passo per arredare la propria cucina! Oggi te ne proponiamo due. Partiamo dalla prima.

Cucina Lineare

Qualora ti dovessi rivolgere ad un Professionista, quasi sicuramente è la prima soluzione che ti proporranno, proprio perché ben si adatta alle cucine strette, soprattutto quelle piccole e lunghe. La cucina lineare ti permetterà di avere in quasi due metri di lunghezza tutti gli elementi fondamentali per questo ambiente, tra cui il piano cottura, il lavello, il forno, la cassettiera, il piano d’appoggio e il frigorifero.

Cucina con Penisola

Cucina piccola e stretta ad LSe hai invece un po’ di spazio in più, potresti pensare ad aggiungere una piccola penisola, quasi sempre in direzioni della finestra. Non pensare alla penisola soltanto come il posto in cui poter consumare le pietanze. Potrà servirti anche come piano di lavoro nel momento in cui stai cucinando e hai bisogno di spazio ulteriore.

Altri consigli su come suddividere gli spazi

Non sfruttare soltanto la larghezza, ma anche l’altezza della stanza. Potrai collocare pensili su un livello tale da raggiungere il soffitto, in modo tale da utilizzare tutti gli spazi che hai a disposizione.

Inoltre, se non vuoi rinunciare agli elettrodomestici di ultima generazione, punta sulla versione small: pensa ad un forno su misura, un frigo ad incasso etc.

3) Gioca con i pavimenti e i rivestimenti

Questo segreto che stiamo per svelarti potrebbe cambiare davvero tutto. Se hai una cucina piccola e stretta, non ti resta che confondere le prospettive grazie ad un uso sapiente dei colori dei pavimenti. Giocherai con degli effetti ottici, in modo tale che chi entra nella tua cucina porti lo sguardo altrove dai limiti e dai confini fisici! Quali sono i colori che meglio si adattano a tale operazione? Le tonalità pastello e i motivi geometrici per donare profondità a tutto l’ambiente.

Se invece vuoi optare per una soluzione più “tradizionale” e meno innovativa, punta sul parquet laminato, scelta idonea per qualsiasi tipologia di cucina.

4) Rendila tua!

Se davvero vuoi sentirti a tuo agio in cucina, in essa deve essere racchiusa la tua identità e personalità. Deve rappresentare l’anima e l’essenza di chi ci abita. Solo così, potrai realizzare la cucina dei tuoi sogni. A prescindere dallo stile che deciderai di utilizzare, che sia classico o moderno, ricorda di personalizzarla come maggiormente preferisci. Occhio ai dettagli: saranno quelli a fare la differenza!

Leave a Reply