////Come arredare la cucina

Come arredare la cucina: sei stili che faranno al caso tuo

Sin da quando eri piccolo, hai sempre sognato il momento in cui avresti avuto una casa tutta tua. Quella che hai sempre immaginato, quella in cui ogni angolo rispecchiasse un lato della tua personalità.  Quando, però, quel momento arriva, è possibile entrare in uno stato di confusione.

Cucina in stile classico della collezione York di Stosa Cucine

Stosa Cucine, collezione York

Tra i mille stili di arredamento, attualmente presenti sul mercato, tra le decina e decina di mobili da dover scegliere. in base a tonalità, design e materiale, è necessaria una pianificazione d’arredo, un progetto che sia dietro a ogni scelta.  Attraverso questo articolo, ti guideremo nella selezione dei diversi design, in merito all’arredamento di una delle stanze più importanti dell’intera abitazione: la cucina

6 stili di arredamento per la tua cucina

Ormai la scelta dell’arredamento non si riduce più, come avveniva negli anni passati, alla selezione di mobili moderni o classici. Ci sono mille sfumature, mille design differenti, che oscillano tra i due poli, altamente personalizzati per ogni esigenza. Vedremo insieme quali sono i sei stili per la cucina di tendenza, e quali sono le caratteristiche, le peculiarità per ognuno di essi. Partiamo dal primo. 

Stile eclettico: la fusione di più design

Se ti stai chiedendo cosa sia lo stile eclettico, te lo spiego subito. Immaginalo come un mix di design, di suggestioni, di materiali. Ideale per chi ha una personalità complessa, alla ricerca di continui stimoli e ispirazioni. Se sei una persona fortemente creativa e innovativa, questo è lo stile maggiormente adatto a te. Attento solo a non far una grande confusione. Dietro l’acquisto di ogni mobile, elemento o accessorio, vi deve essere comunque una linea comunicativa e stilistica coordinata.

Cucina moderna con isola della collezione Obliqua di Ernesto Meda

Ernesto Meda, collezione Obliqua

Tutto si basa su un contrasto piacevole, attraverso l’accostamento di tessuti e colori, che doneranno una forte identità personalizzata all’ambiente. Gli amanti dello stile eclettico adottano l’abbinamento di tavoli dal design minimal (come quelli realizzati in legno nobilitato) a sedute importanti, proprio per creare un connubio esilarante. Questa ovviamente è semplicemente una tra le tante idee che potrai applicare, qualora decidessi di adottare lo stile eclettico.

Stile moderno: l’innovazione a portata di mano

Una cucina di nuova generazione, come amiamo definirla. Chi decide di seguire tale arredamento è una persona che ama l’innovazione, la tecnologia, insomma sta sempre al passo coi tempi. L’arredamento moderno è quello più popolare tra chi progetta interior design, proprio per il suo alto grado di coinvolgimento. Basta pensare agli elettrodomestici di nuova generazione, sempre più smart, dotati di intelligenza artificiale e pronti all’uso, grazie al collegamento wi-fi.

Ma non parliamo di soltanto di elettrodomestici. La cucina moderna seleziona anche nuove tipologie di materiali. Non esiste più soltanto il legno o il laccato, ma viene dato risalto al marmo, alla resina, al cemento. Tutto si basa sul concetto di sperimentazione, di superare i limiti del tradizionale e puntare a un design altamente originale. Un ruolo principale viene conferito alla luminosità dell’intero ambiente. Non v’è infatti nessun progetto di arredamento di cucina moderna che non cerchi la soluzione più giusta per garantire tagli luminosi speciali.

Stile minimalista: l’eleganza dell’essenziale

Cucina minimal dal colore nero della collezione M2 di Minimal Cucine

Minimal Cucine, collezione M2

Il design minimalista è adatto a tutti quelli che hanno una personalità precisa e meticolosa. Per chi non ama gli eccessi, ma ritrova nell’essenziale la sua anima. Come stile d’arredo, esula dai semplici canoni del design. E’ un modo di vivere, di pensare, di intendere la vita di tutti i giorni.

Altamente funzionali e pratiche, in queste cucine i colori rivestono un ruolo molto importante, in quanto valorizzano lo stile del minimal. Non si tratta di tinte chiare o scure, di bianco o nero, ma della selezione di colori pastello, adatti a risaltare le forme, i materiali e dare luminosità all’ambiente. La firma del minimal è l’eleganza, la ricercatezza in ogni singolo angolo. Il design maggiormente utilizzato per la cucina è quello angolare.

Stile tradizionale: un tuffo nel passato

Ovviamente per l’arredamento della propria cucina, c’è chi decide di seguire lo stile tradizionale.  Anche dopo molto anni, le cucine classiche mantengono inalterato il loro valore. Chi decide di arredare in modo classico quasi sempre valorizza la bellezza autentica dei mobili, cercando appunto di esaltarne la storicità. A differenza dello stile moderno sopra analizzato, qui non è importante possedere l’ultima tecnologia presente sul mercato, ma viene dato spazio alle emozioni, ai ricordi presenti dietro ogni elemento d’arredo.

In parole semplici, arredare una cucina in stile classico, vuol dire scegliere l’eleganza di uno stile senza tempo. Il materiale privilegiato è senza alcun dubbio il legno, non soltanto per le ante e per i mobili, per anche per i piani di lavoro. Per le pavimentazioni, quelli più richiesti invece sono  il cotto o la pietra, oppure i laminati e le ceramiche con effetto legno. Infine, le tonalità maggiormente adatte, sono le tinte opache e tenue, evitando assolutamente quelle laccate.

Stile shabby-chic: il valore delle imperfezioni

Tale stile di arredamento si caratterizza dalla presenza di mobili e accessori, che vengono presentati come invecchiati. Il dettaglio delle finiture, le singole imperfezioni di mobili antiquariati, vengono valorizzati piuttosto che nascosti. Tutto ciò che può essere notato come un difetto, qui viene esaltato, e trasformato in qualcosa di unico, dallo stile intramontabile.

Vista frontale di una cucina color black di IKEA

Color Black – IKEA

Nelle cucine shabby-chic, non possono mancare i mobili e gli elementi d’arredo in legno naturale, tra cui appunto il tavolo, quasi sempre in forma rotonda o rettangolare, con gli angoli smussati. Un elemento caratteristico sono le antiche credenze, quelle che trovavamo nelle case dei nostri nonni, rivalorizzate e personalizzate. Con lo stile shabby-chic, si può inoltre giocare molto sugli accessori: immaginate di avere sul piano da cucina lo scolapiatti in legno, vecchi utensili da cucina e il classico orologio a muro in ferro battuto.

Stile color-block: solo per personalità strong

Se hai una forte personalità, se il tuo carattere è davvero “strong”, questo è lo stile che fa al caso tuo. Il Color-block è un mix di arredi a contrasto, dalle tonalità cromatiche e dai materiali contrastanti. Un design accattivante, coinvolgente, che cattura l’attenzione al primo sguardo. Le pareti vengono dipinte sfruttando forme geometriche e colori che risaltano all’occhio. Ovviamente, anche per questo stile, non bisogna creare confusione. I contrasti, per quanto netti, non devono essere sproporzionati. Tutto si basa sul gioco di colori: è questa la vera anima di tale design.

2019-07-18T17:13:41+00:00

About the Author:

Ho una grande passione per la scrittura che è nata sulla carta e poi è migrata sulla tastiera. Ricordo che sin da piccola l'unico regalo che chiedevo ai miei genitori era quello di avere quadernoni e penna a sufficienza, che mi permettessero di esporre tutto ciò che provavo. Ho sempre pensato che la scrittura sia il dono più grande donatoci, e proprio per questo ho scelto di abbracciare la professione di copywriter. Mi sono laureata presso l'Università degli Studi di Fisciano in Teoria dei Linguaggi e della Comunicazione Audiovisiva. Ho frequentato il corso di Copywriting Strategico alla Marketers Academy, e da oltre cinque anni svolgo tale professione.