Come arredare il tuo salone in stile classico

Il passato non è mai fuori moda. E’ strettamente connesso al presente e al futuro, soprattutto quanto si parla di arredamento. Lo stile classico tutt’oggi risulta essere uno tra quelli maggiormente selezionati e preferiti dai clienti per l’arredamento delle proprie abitazioni. Analizziamo insieme quali sono le caratteristiche dello stile classico e cosa lo contraddistingue dalle altre tipologie di design. 

Stile classico: cos’è e quali sono le caratteristiche

Vista di un salone arredato in stile classico con pavimento in marmo, divano doppio e tavolino in legno.

Porcelanosa, Marmo l Nairobi Crema

L’arredamento classico è lo stile intramontabile, quello eterno, che ispirandosi al passato si proietta nel futuro. Eleganza, raffinatezza, pregio, delicatezza sono le principali caratteristiche su cui si fonda tale arredamento. Quando si sceglie di arredare la propria casa puntando su tale design, si decide di valorizzare la bellezza autentica dei mobili, di risaltarne la storicità e le emozioni/ricordi a essi connessi.

Non conta avere l’ultima tecnologia o funzionalità immessa sul mercato, ma evidenziare la finitura, il materiale nobile coi quali vengono costruiti i mobili, che addobberanno le intere stanze. Spesso chi decide di arredare in stile classico ha una passione, un amore per i mobili di antiquariato, e li valorizza proprio in base alla storia che essi hanno. Oggi ti daremo una serie di consigli su come arredare il tuo salone in stile classico. 

Come conferire lo stile classico al tuo salone in pochi passi

Partiamo da un assunto fondamentale. Se vuoi arredare il tuo salone in stile classico, devi puntare sull’eleganza e sulla raffinatezza nella scelta degli arredi. Ti daremo delle linee guida strategiche, che ti aiuteranno in questa missione stilistica.

1. La scelta del divano

Per quanto riguarda i saloni classici, i divani devono assolutamente presentare una forma arrotondata, con bracciali lavorati e rivestiti da tessuti pregiati (si preferisce il camoscio o la pelle). Occorre prestare attenzione al dettaglio delle cuciture, che devono riprodurre una perfetta sintesi tra forma e funzione, in modo da creare un armonico equilibrio.

Vista frontale di una salone arredato in stile classico con un divano in stoffa beige ricoperto di cuscini dai colori tenui.

Berto Salotti, divano Cambridge

In base alla dimensione della stanza, si può optare per uno o due divani, e disporli con un tappeto elegante e un tavolo da caffè o tè al centro. Se si vogliono acquistare delle poltrone, oltre ai divani, le stesse devono assolutamente avere la stessa tonalità di colore e il medesimo design. 

2. Le pareti del salotto e i complementi d’arredo

Per quanto concerne il colore delle pareti, per l’arredamento di un soggiorno classico, si deve optare su nuance calde, come ad esempio il beige, l’avorio, il tortora, il senape, o il giallo paglierino. Qualora fossero di gradimento, si possono scegliere anche carte da parati sobrie ma allo stesso tempo eleganti. Grande attenzione va rivolta anche all’abbinamento coi diversi complementi d’arredo, che siano essi tende o quadri. 

Tende

Le tende maggiormente indicate sono quelle dai tessuti pregiati, come la seta, e quelle a pacchetto e/o binario. Devono avere una tonalità molto calda, in modo tale da creare una sinergia con l’ambiente circostante. Spesso l’utilizzo di tonalità più scure può essere visto come un nemico della luminosità; in realtà tali colori non incupiscono l’ambiente ma gli conferiscono una maggiore accoglienza e intimità.

Quadri

La decorazione murale che va valorizzata è senza dubbio rappresentata dai quadri. Riesci ad immaginare un salone in stile classico, che non presenta nessun dipinto?

In tale tipologia di arredamento, è consigliata la presenza di quadri dipinti a mano, un vero e proprio biglietto da visita del buon stile. Il quadro deve essere sinonimo di storia, di vissuto, di un racconto intimo. 

Lampadari

Vista di un bellissimo lampadario classico

Cantori, Lampadario Leo

In un salone arredato in stile classico, non può mancare il must, il lampadario lussuoso in cristallo, di grandi dimensioni, posizionato al centro della stanza. Rappresenta un elemento di forte impatto per chi entra, un tocco di classe per l’intero ambiente.

3. Marmo o parquet: la scelta della pavimentazione

Gli interni classici devono emanare un’atmosfera calda, suggestiva, intima. I pavimenti maggiormente consigliati sono quelli in marmo, in rovere francese e in ciliegio, abbinati quasi sempre a tappeti decorati. Il marmo e il legno quindi restano i materiali privilegiati per una pavimentazione classica e raffinata. 

4. Un tocco d’arte per il colpo di stile

Infine, l’ultimo consiglio che vogliamo darti è quello di prestare attenzione ai dettagli decorativi e artistici. Proprio perché è uno stile altamente raffinato, puntare su elementi artistici, come ad esempio la presenza di statue e sculture, potrebbe essere la scelta vincente. 

Leave a Reply