Boho chic: cos’è, la sua storia e caratteristiche

Home » Boho chic: cos’è, la sua storia e caratteristiche

Boho chic: cos’è, la sua storia e caratteristiche

By | 2018-03-23T18:48:48+00:00 ottobre 27th, 2017|Interior design|Commenti disabilitati su Boho chic: cos’è, la sua storia e caratteristiche

Boho chic, dalla moda all’arredamento

Lo stile boho chic nasce nel campo della moda ed ha una forte spinta al successo grazie a personaggi del calibro di Sienna Miller e Kate Moss. Uno stile che presenta un mix di contaminazioni di stili, dall’hippy allo stile propriamente bohémien ispirato ai gitani di fine ‘800, da qui il nome dello stile, ma anche dall’abbreviazione di bourgeois bohémien. Quest’ultima espressione, coniata dal giornalista statunitense David Brooks, va a definire i seguaci di questo stile. Persone molto attente all’ecologia e al rispetto per l’ambiente ma anche avvezze al consumismo capitalistico dei tempi moderni, che amano le influenze orientali e i colori.

boho chic

Boho chic: caratteristiche principali

Questo stile molto particolare presenta tante caratteristiche ed eccentricità. L’elemento principe è senza ombra di dubbio il colore e il suo abbinamento sfrenato. Agli inizi del nuovo millennio, soprattutto tra il 2004 e il 2005, in Inghilterra inizia a diffondersi anche negli arredamenti l’influenza boho chic. Una fusione tra trasandato, hippy, bohém, mediorientale e orientale, questa è la sintesi del boho chic. Uno stile che prende caratteristiche un po’ ovunque e le rielabora facendole proprio.
Cuscini, tappeti, tende, tutti rigorosamente in tessuti naturale e colorati. Il nero non esiste. Il bianco serve a rafforzare gli altri colori ma non prende mai la parte del protagonista.
Il legno è il materiale. Difficilmente troveremo arredamenti boho chic con un arredamento senza mobilio di legno. Le forme dei mobili sono morbide e aggraziate, rifuggendo i modelli rigidi.

L’oggettistica vintage non può mancare e i mercatini sono il luogo migliore dove trovare sempre qualcosa che possa dar ancora più valore a questo stile.
Il boho chic può sembrare uno stile caotico, ma è tutt’altro. Tutti gli ambienti vengono definiti e curati, ed in ognuno di essi c’è un quid che non può assolutamente mancare.

Le luci in questo tipo di arredamento sono tenui e soffuse. Ciò crea una netta rottura tra la dirompenza di vivacità dei colori degli arredi e un’illuminazione che invece va nella direzione opposta. Il perché di questa contraddizione sta nella scelta di lampade  e lampadari in vetro colorato che rendono l’illuminazione più dolce e meno intensa. Ma è un must per questo stile e non si può rinunciare.

Boho chic: I must have

Come in ogni stile d’arredamento anche nel boho chic troviamo elementi ricorrenti che definiscono in qualche modo lo stile. In particolare nello stile boho abbiamo:

  • Il tappeto over-size: come gran parte degli arredamenti e dell’oggettistica inspirato alla passione per l’esotico e l’orientale;
  • La poltrona a pavone o Peacock chair;
  • Tessuti artigianali e variopinti: soprattutto cuscini e tendaggi;
  • I divani anch’essi in fibre naturali.

Questi sono tutti elementi che ritroviamo spesso in arredamenti boho chic e che caratterizzano specificamente questo stile.

About the Author: