Ristrutturare casa a costo zero

Home » Ristrutturare casa a costo zero

Ristrutturare casa a costo zero

2018-08-08T15:17:52+00:00

Ovviamente è impossibile ristrutturare casa a costo zero, senza spendere un euro, ma è assolutamente possibile ridurre sensibilmente i costi in differenti modi, e in questo articolo ti daremo qualche consiglio utile per ristrutturare casa risparmiando, o con il fai da te, o con l’aiuto di un professionista, partendo dalle agevolazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione edilizia.

Agevolazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia

Ristrutturare casa da zero, demolizione e costruzione tramezzi

La Legge Bilancio 2018 relativa al bonus ristrutturazione, ha prorogato la detrazione dall’IRPEF del 50% fino al 31 Dicembre 2018, per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici condominiali con un limite di spesa massimo di 96.000€, ripartito il dieci quote di pari importo.

Sui singoli immobili residenziali è possibile ottenere la detrazione per tutti i lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia; sulle parti comuni dei condomini rientrano tra gli interventi agevolabili anche i lavori di manutenzione ordinaria.

Da quest’anno rientrano nella casistica anche interventi non legati ad una ristrutturazione come ci si immagina di solito: come quelli per immobili danneggiati da calamità naturali, per l’acquisto o la costruzione di posti auto, per l’eliminazione delle barriere architettoniche, per l’installazione di sistemi di sicurezza antieffrazione, per l’installazione di impianti fotovoltaici o per la bonifica dall’amianto.

Ma sono agevolabili anche le spese sostenute per la progettazione degli interventi, per le prestazioni professionali, per l’acquisto dei materiali, le perizie, i sopralluoghi, le relazioni di conformità, per l’IVA e le imposte di bollo, gli oneri di urbanizzazione.

Va inoltre ricordato che un’abitazione sottoposta ad interventi di ristrutturazione edilizia che migliorano l’efficienza energetica, comportano anche un notevole aumento di valore da poter sfruttare una volta che se ne decide la vendita. Trasformando di fatto una spesa in un vero e proprio investimento, anche in conseguenza del fatto che essa può essere notevolmente ridotta grazie allo sfruttamento delle detrazioni fiscali.

Relativo a quanto appena detto, la Legge Bilancio 2018 ha apportato delle modifiche al cosiddetto “ecobonus”. Di seguito un estratto:

<<L’ecobonus non riguarda più una detrazione del 65% per tutti gli interventi, ma aliquote differenziate con l’obiettivo di agevolare maggiormente i lavori capaci di migliorare la prestazione energetica degli edifici. Viene introdotto un incentivo rafforzato per gli interventi integrati di efficienza energetica e messa in sicurezza antisismica.>>

Inoltre, la Manovra 2018 introduce una novità che riguarda il bonus verde per giardini, terrazzi e balconi, anche condominiali, per la riqualificazione del verde urbano.

Dunque, se stai pensando di ristrutturare casa sia incaricando una impresa, sia affidandoti al fai da te, la prima cosa da fare è verificare le agevolazioni fiscali di cui puoi usufruire in modo da iniziare a creare un piano di lavoro che ti aiuti ad organizzare in maniera perfetta la tua ristrutturazione a costo zero!

Ristrutturare casa a costo zero: Programma e stabilisci un tuo budget

Ristrutturare casa da zero, impianti

Per prima cosa individua gli ambienti da ristrutturare e naturalmente il risultato che desideri ottenere.
Organizzazione è la parola d’ordine, per cui prepara un piano dei lavori da fare e stabilisci un budget: cerca di essere il più preciso possibile e determina quanto effettivamente puoi spendere; è importante preventivare tutte le spese per evitare brutte sorprese.

Valuta le aree della casa che effettivamente hanno bisogno di un rinnovamento e di conseguenza crea un elenco dettagliato degli interventi che vorresti fare in ogni stanza.

valuta lo stato degli impianti elettrici e del tetto che comportano una spesa importante. Prima di iniziare i lavori è opportuno accertarti che la struttura portante della casa e gli impianti siano in buone condizioni.

Ristrutturare casa a costo zero: Scegli uno stile per la tua casa

Scegli sin da subito uno stile ed un colore dominante, misura i metri quadri da pitturare, e fai un elenco di prodotti e materiali necessari (aggrappante e pittura, pennelli, rulli) in modo da poter trovare e confrontare i prezzi di ciò che ti serve. Per un maggiore risparmio, ti consiglio di andare direttamente dai grossisti e dai fornitori per muratori e pittori. Inoltre, trova giornali vecchi da usare per ricoprire le superfici ed evitare che si macchino.

Ristrutturare casa a costo zero: Stima il costo per ogni stanza

Per avere una visione complessiva delle spese da affrontare, è bene effettuare un calcolo per ogni singola stanza, in modo che se la spesa complessiva dovesse superare il tuo budget avrai la possibilità di rivedere il piano spesa. Qualora la spesa complessiva superasse di gran lunga il tuo budget, è consigliabile rivedere il piano di spesa.

Prima di comprare l’attrezzatura, se nessuno può prestartela puoi provare a noleggiarla dove è possibile; in ogni caso ti consiglio di verificare quale deve essere l’attrezzatura che ti servirà in modo da evitare eventuali spreco di soldi . Inoltre,ricorda sempre che alcuni dispositivi offrono degli incentivi allettanti e una riduzione dei consumi energetici, come ad esempio i pannelli ad energia solare o gli infissi ad isolamento termico.

Ristrutturare casa a costo zero: Ricicla i materiali

ristrutturare casa da zero, tinteggiatura

Molti materiali utili potrebbero essere recuperati da altri oggetti, non facendo gravare queste spese sul tuo budget già limitato.

Utilizzare il pallet ad esempio è un metodo innovativo che si presta davvero a tante soluzioni.

Puoi creare divani o poltrone, ma anche tavolini in legno con una struttura davvero solida.Puoi usarlo anche in cucina come scaffale e per qualsiasi formato tu voglia dargli, ti raccomando di levigarlo un po’ affinché sia piacevole al tatto: oppure, puoi lasciare il legno al naturale, dargli una mano di vernice per scurirlo un po’, oppure puoi dipingerlo con della vernice vintage.

Inoltre, puoi usare le doghe del pallet per realizzare un pavimento in legno in modo da avere un bel parquet limitando la spesa alla sola posa.

Ristrutturare casa a costo zero col fai da te può essere una soluzione interessante sotto diversi punti di vista poiché permette un notevole risparmio in quanto elimina i costi burocratici, e permette di apprendere utili tecniche che faciliteranno le future manutenzioni.

Anche se alcune ristrutturazioni non richiedono un’elevata conoscenza, per alcuni tipi di intervento risulta fondamentale incaricare un tecnico.

In questo caso, se vuoi risparmiare è opportuno valutare più preventivi e successivamente ti consiglio di affidare tutti i lavori ad una sola impresa.

L’aiuto di un ingegnere o un architetto può risultare fondamentale anche per conoscere le procedure e avviare l’iter per iniziare i lavori di ristrutturazione. Serviranno dei permessi e documenti da consegnare all’Ufficio Tecnico dell’edilizia del proprio Comune di residenza.

Utili informazioni riguardanti gli incentivi per ristrutturare casa possono essere reperite nel sito dell’ente nel quale vengono descritte le procedure e le tipologie di agevolazioni fiscali richiedibili.